Michelangelo Galliani

La morbidezza del marmo

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XVIII/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

La firma dell’Artista e la sua impronta digitale sono apposte su ogni opera,  accompagnata da regolare certificato di autenticità.

Michelangelo Galliani
Fisiognomica I/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica II/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica III/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica IV/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica V/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica VI/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica VII/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica VIII/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica IX/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica X/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XI/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XII/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XVII/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XIX/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Michelangelo Galliani
Fisiognomica XX/XXI,
35x45x2 cm,
Bassorilievo in marmo bianco di Carrara

Poetica dell’opera

L’Opera è una bassorilievo in marmo bianco di Carrara e rappresenta la “mano annunciante” ispirata da un disegno preparatorio di Leonardo per la celebre Vergine delle rocce conservata a Louvre. Occupa i tre quarti della superficie e indica idealmente l’incisione che l’attraversa.

L’incisione è da intendersi quale sintesi tra studi botanici ed anatomici; il suo aspetto richiama una ramificazione vegetale ma pure il sistema arterioso e venoso umano.

La superficie del marmo è trattata in modo differente, la mano e il panneggio sono lucidi in modo da far risaltare l’anatomia del modellato mentre il fondo è lasciato opaco, al fine di dare maggior risalto al soggetto. Inoltre l’incisione è evidenziata tramite un pigmento puro con una tonalità differente.

Più informazioni